Le migliori App da portare sempre in viaggio

0 Comment
Le migliori app da portare sempre in viaggio
Condividi:

Quali sono le migliori App da portare sempre in viaggio?

Si perché ormai, che vogliamo ammetterlo o no, il check delle App installate sul proprio smartphone ha assunto un ruolo sempre più importante nella fase di preparazione del nostro viaggio. Dal download delle mappe di Google, all’elencazione delle cose da fare, passando alla scrittura dell’indirizzo del nostro hotel/ostello, sono diverse le operazioni che ormai facciamo prima della partenza. La preparazione del nostro smartphone ricopre ormai la stessa importanza dell’assicurarsi che in valigia ci sia tutto l’indispensabile e che documenti e biglietti siano al posto giusto.

Siete sicuri di aver scaricato tutte le App necessarie? Ecco i nostri consigli su quali sono le migliori App da portare sempre in viaggio.

#1 – APP PER LE TUE NOTE DI VIAGGIO

Non potevo non iniziare questa rassegna con quella che ritengo essere l’app che in assoluto non può mai mancare sul proprio smartphone quando si è in viaggio (e non solo): l’App Note!

Per i pochi che non sanno di cosa sto parlando, mi riferisco a quelle applicazioni che consentono di prendere delle note. Nel corso degli anni, queste App si sono evolute al punto di integrare funzionalità fondamentali per un viaggiatore. Mi riferisco alla possibilità di salvare percorsi, prenotazioni di hotel, biglietti, lista delle cose da fare, registrazioni, fotografie, link di articoli e tanto altro. Alla pari di Google Maps, di cui parlerò tra un momento, l’App Note è quella che uso più di tutte. Annoto gli indirizzi fondamentali dei miei viaggi (hotel, monumenti), registro i contatti delle persone conosciute durante il giorno e la sera controllo il tutto comodamente dal tablet. Già, perché una delle funzioni feature più utili di queste App è il loro funzionamento incloud che consente di essere sempre connessi.

Gli store pullulano di App del genere ma ecco le mie 4 preferite, tutte gratuiti e compatibili con qualsiasi dispositivo.

OneNote

OneNote

La proposta di Microsoft e sull’argomento è, a mio modestissimo avviso, la più completa del reparto. Con OneNote è possibile effettuare tutte le operazioni di cui vi parlavo nell’introduzione, compresa la non trascurabile opzione di essere compatibile con i dispositivi che supportano le penne digitali.

La uso moltissimo per conservare biglietti, incollare mappe e scrivere il mio diario di viaggio.

google-play_300pxapple-store_300px

 


keep-appGoogle Keep

Nonostante sia un servizio Google, Keep non gode di una diffusione esorbitante nel nostro paese. Ciononostante è un’App estremamente utile e flessibile. Trovo che il punto di forza principale di Google Keep, motivo per cui la utilizzo con frequenza, sia la sua predisposizione per conservare note veloci e soprattutto per le To-do list.

 

google-play_300pxapple-store_300px

 


evernote-appEvernote

Il giusto compromesso fra le due App di cui sopra. Molto utilizzata dall’utenza business – per cui c’è un pacchetto Premium dedicato -, Evernote saprà farsi apprezzare anche per la capacità di integrare tutte le funzioni fondamentali per un viaggiatore.

 

google-play_300pxapple-store_300px

 


#2 – GOOGLE TRANSLATE

Partiamo da un consiglio spassionato: conoscere le lingue è il vero passepartout del vostro futuro. Nel caso però i vostri studi siano ancora “work in progress” vi risulterà indispensabile adoperare questa semplice app nei vostri viaggi in giro per il mondo. Con Google Translate potrete infatti tradurre parole, frasi o interi testi in oltre 60 lingue ascoltandone anche la lettura a voce alta: un’app semplice e comoda che vi consentirà di interagire anche con gli altri utenti per avere traduzioni sempre più precise e dettagliate.

google-play_300pxapple-store_300px

 


#3 – GOOGLE MAPS

Sicuramente l’app di Mappe più conosciuta, autentica bibbia per i turisti di tutto il mondo. Grazie a Google Maps sarete sempre in grado di orientarvi e trovare la vostra destinazione in qualsiasi parte del globo voi vi troviate a prescindere che decidiate di spostarvi a piedi, in bici, in macchina o con mezzi pubblici. Inoltre la piattaforma sviluppata dal colosso di Mountain View vi consentirà di scegliere tra i vari percorsi alternativi per raggiungere come meglio volete la vostra meta: durante il tragitto vi sarà anche possibile ricercare servizi in particolari luoghi, tra cui ristoranti, negozi e musei. L’App vi consentirà, inoltre, di scaricare mappe da utilizzare offline senza così dover far ricorso al vostro consumo dati (da sempre problematico e costoso nei viaggi all’estero).

google-play_300pxapple-store_300px

 


#4 – UBER

Da molti ribattezzato il taxi del nuovo millennio, ho sperimentato quest’app nel corso del mio ultimo soggiorno a San Francisco (dove c’è la sede dell’azienda) restandone piacevolmente impressionato. Semplice e di ottima qualità, vi basterà registrarvi – inserendo email, numero di telefono e di conto (eventualmente va bene anche PayPal) – ed una volta scelta la vostra vettura tra un’ampia gamma, in pochi minuti entrerete in contatto con il vostro autista privato che verrà a prendervi nel luogo indicato. Potrete seguire lo spostamento della vettura semplicemente sul vostro smartphone con una mappa ed un display che vi indicheranno i dettagli della vostra corsa mentre il pagamento, come detto in precedenza, avverrà in modo telematico.

google-play_300pxapple-store_300px

 


#6 – TRIPADVISOR

tripadvisor-appApp indispensabile per un viaggiatore. Non c’è bisogno che vi ricordi il fatto che TripAdvisor è il miglior sito di recensioni al mondo per quanto riguarda hotel, ristoranti, attrazioni etc. Non mi soffermerò a spiegarvi il perché utilizzare TripAdvisor, piuttosto vi darò un piccolo suggerimento per esaltarne le funzionalità. Se siete in cerca di un ristorante o un locale in cui trascorrere la serata, non fidatevi di quello che vi diranno gli altri italiani che ci sono stati. Il loro da turisti non rifletterà quasi mai la reale esperienza che avrete all’interno del locale. Fate quindi un cambio della lingua della vostra App e cercate recensioni di gente del posto, solo così avrete un’idea (più) chiara.

google-play_300pxapple-store_300px


 

#7 – LA TUA MUSICA IN VIAGGIO

Probabilmente tutti i viaggiatori hanno associato ed associano tuttora un brano musicale ad un posto o una città che hanno visitato. Ammettiamolo, scoprire i posti più belli del mondo, esplorarli e conoscere nuovi modi di vivere non sarebbe lo stesso se non ci fosse sempre un’adeguata colonna sonora a farci sognare. Per non parlare poi delle lunghe attese tra uno spostamento ed un altro: ed ecco allora che nel vostro “bagaglio virtuale” non può mancare un’app capace di riprodurre i vostri brani preferiti. Tra tutti quelli che il mercato offre, io mi sento di andare sul sicuro indicandovi questi tre:

Spotify icona AppSpotify

È stato uno dei primi servizi di musica streaming ad essere immessi sul mercato e nel corso degli anni è diventato forse il maggior punto di riferimento degli amanti del genere. Consta di una vastissima libreria di brani, classifiche, trend e tanto altro da poter consultare sia in modalità free che premium. Spotify supporta praticamente tutte le piattaforme ed offre, ai nuovi iscritti, un mese di prova gratuito (il costo mensile poi sarà di 10€). Il vantaggio maggiore che offre l’abbonamento (oltre a disattivare i fastidiosi banner pubblicitari) è il poter ascoltare quando si vuole la propria musica “non in linea” ovvero senza il bisogno di avere una connessione dati. Inoltre sfrutta un’ottima integrazione con il mondo social (ad esempio con Facebook e Shazam) garantendo all’utente anche la creazione di playlist collaborative.

google-play_300pxapple-store_300px


 

play-music-appGoogle Music

La piattaforma Google non differisce molto da Spotify, offrendo agli utenti l’accesso alle canzoni senza limiti da qualunque dispositivo. Come il suo antagonista presenta un abbonamento premium a 9.99€ mentre la versione di prova sarà valida per 30 giorni. L’app di Mountain View non presenta le noiose e ripetitive pubblicità (assenti anche nella versione “free”) e può vantare un ottimo supporto di “machine learning” essendo in grado di apprendere i gusti dell’ascoltatore combinando fattori differenti come l’ora del giorno, il posto o l’attività svolta. In questo modo l’App sarà in grado di creare una playlist adatta ad ogni tipo di occasione.

google-play_300pxapple-store_300px


 

apple-music-appApple Music

Delle tre è la piattaforma più giovane e come le altre due presenta una versione premium da 10€ al mese. Il catalogo musicale è pressoché identico a quello di Spotify salvo per quelle  sponsorizzazioni esclusive che alcuni artisti stipulano (es. Taylor Swift). Uno dei vantaggi migliori dell’Apple Music è sicuramente l’integrazione con Siri che garantisce all’utente di usufruire dell’app con delle semplici note vocali (comodissimo per chi lo utilizza in macchina). Altro vantaggio della piattaforma di Cupertino è la possibilità di condividere l’abbonamento con altre 3-6 persone al prezzo bassissimo di 15€, a differenza di Spotify che prevede questa opzione per sole 2 persone.

google-play_300pxapple-store_300px


 

#8 – OCCHIO ALLA LINEA ANCHE IN VIAGGIO

Viaggiare e non godersi le specialità culinarie del posto equivale a non viaggiare. Il cibo è parte integrante delle città che visitiamo quindi vi consiglio vivamente di interrompere le vostre diete. Compensate ciò che mangerete con le lunghissime passeggiate che farete ogni giorno. Ma come tenere tutto sotto controllo? Ecco una serie di App molto interessanti per tenere sempre sotto controllo le vostre attività.

myfitness-pal-appMyFitness Pal

MyFitness Pal vi consentirà di monitorare in modo continuo tutto ciò che mangiate con rapido calcolo delle calorie. Non dovrete far altro che inserire la pietanza – il database conta oltre 3 milioni di prodotti – e il gioco è fatto. A questo potete integrare tutta una serie di funzioni come la registrazione del proprio peso, degli allenamenti fatti e dei passi compiuti durante il giorno.

google-play_300pxapple-store_300px


 

fitbit-appFitbit

Con FitBit potrete invece monitorare in maniera completamente automatica i passi effettuati nel corso della giornata. La cosa molto interessante è che l’App FitBit, se collegata al vostro account MyFitness Pal, vi consentirà di avere un calcolo netto delle calorie assunte considerando quelle che avrete bruciato camminando!

L’inconveniente è che avrete bisogno di un dispositivo FitBit per utilizzare il contapassi.

google-play_300pxapple-store_300px


 

Google Fit/Salute Apple/Microsoft Health

Non mancano chiaramente le proposte da parte dei Big Three dell’hi-tech. Ognuna con le proprie funzioni, ognuna con i propri pro e contro sono tutte App funzionali e complete.

Sinceramente preferisco l’accoppiata che vi ho indicato di sopra ma indubbiamente sono le più concrete alternative da considerare.


 

#9 – LE TUE PRENOTAZIONI ONLINE

booking-appLa maggior parte di voi avrà prenotato il proprio hotel prima di partire. Ci sono però alcune situazioni in cui è necessario prenotare l’hotel direttamente sul posto. Altre invece in cui si ha la fortuna di pernottare in più città nel corso dello stesso viaggio e quindi è comodo avere un riepilogo delle proprie percentuali. È per questi, e tanti altri motivi, per cui l’App di Booking non dovrà mai mancare sul vostro dispositivo.

 

google-play_300pxapple-store_300px


 

#10 – AIRBNB

airbnb-appMolto gettonato tra i giovani turisti per la sua “economicità”Airbnb consente a chi ha una o più camere disponibili nel proprio appartamento o nella propria casa di affittarle ai viaggiatori. Utilizzare l’App è davvero molto semplice: vi basterà iscrivervi (potete anche connettere il vostro account Facebook) ed immediatamente potrete cercare la sistemazione più congeniale nel periodo indicato. Per facilitare la vostra scelta ogni “annuncio” è corredato di info, foto e recensioni dei clienti precedenti: per chi prenota dall’Italia il metodo di pagamento sarà tramite carta di credito con i costi che vi saranno addebitati solamente dopo che la vostra richiesta sarà accettata dal proprietario della casa (che si metterà in contatto diretto con voi).

google-play_300pxapple-store_300px


 

#11 – LA MIA MEDICINA IN VIAGGIO

trovalamiamedicina-appNessuno si augura di doverla usare, ma in caso di necessità questa App potrebbe risolvervi non pochi problemi. A quanti di voi è capitato, in uno dei vostri viaggi all’estero, di dover comprare un medicinale specifico e non sapere come si chiama il corrispettivo in quel determinato paese? Con “Trova la mia medicina” sarà ora possibile trovare oltre 6.500 medicinali stranieri corrispondenti a quelli italiani: l’app è semplice ed intuitiva, basterà inserire il farmaco od il suo principio attivo, oltre al vostro paese di provenienza e dove intendete acquistarlo, per avviare la ricerca ed avere in pochi secondi tutte le info che vi necessitano. Il costo è gratuito sia su Android che su Apple store ma qualora decideste di acquistare il pacchetto “Premium” avrete la possibilità di utilizzare l’app anche in versione offline.

google-play_300pxapple-store_300px


 

#12 – APP GESTORE TELEFONICO

Il traffico dati del proprio smartphone è da sempre uno dei problemi principali per tutti i viaggiatori. Tra offerte, promozioni e messaggi di benvenuto non tutti sanno come muoversi “telefonicamente” e chiamare il proprio gestore telefonico dall’estero quasi sempre si conclude con un nulla di fatto. È per questo che, onde evitare noiose perdite di tempo, è sempre consigliabile tenere a portata l’App del proprio gestore per controllare i consumi. Con un semplice click, appena arrivati a destinazione, potrete controllare le offerte attive sul vostro numero ed eventualmente eliminare quelle indesiderate.


#13 – CONVERTITORE VALUTA

convertitorevaluta-appL’Euro ha sicuramente facilitato la circolazione per i paesi europei. Dall’altra parte però ha allentato l’elasticità mentale indispensabili nel cambio valuta. Ecco perché mai farsi mancare un’App in grado di dirci immediatamente i prezzi nella nostra moneta con un paio di semplici e rapidi tab! Ne avrei diverse da suggerirvi, mi limito però a suggerirvi quelle che credo essere le migliori rispettivamente per Android e iOS.

 

google-play_300pxapple-store_300px


 

#14 – PAYPAL

paypalDa anni al centro delle compravendite online, la piattaforma fondata a Palo Alto può essere un ottimo viatico ai soliti conti bancari o carte di credito. Da molti consigliato per la sua estrema facilità, vi consentirà di fare o ricevere pagamenti in via del tutto telematica (basterà inserire una mail) senza affiliarsi a nessuna banca. Per facilitarvi ulteriormente vi consiglio di richiedere anche la carta prepagata PayPal a circuito Mastercard (a cura di Lottomatica) che vi consentirà i classici movimenti di prelievo o pagamento attribuibili ad un bancomat in tutto il mondo: personalmente l’ho utilizzata in tutti i miei viaggi senza mai riscontrare nessuna problematica. Sicura e semplice da usare, con l’App per smartphone potrete controllare tutti i movimenti (sia sul conto che sulla carta) con un semplice click.

google-play_300pxapple-store_300px


 

#15 – LE MIE FINANZE IN VIAGGIO

Monefy App Uno, fra i tanti, aspetti fondamentali in un viaggio è riuscire a rispettare il budget fissato prima della partenza. Un ottimo modo per farlo è quello di avere un’App su cui annotare tutte le spese: cibo, attrazioni, musei, souvenir, imprevisti.. e tanto, tanto altro! Così come per il convertitore di valuta, vi inserisco le due migliori alternative per Android e iOS.

 

 

google-play_300pxapple-store_300px

 

Condividi: