Mercatini di Natale in Trentino: dove e quando andare

0 Comment
Condividi:

Dicembre è dietro l’angolo, il ché significa una sola cosa: il Natale si sta avvicinando. E con esso tutto il clima festivo che contraddistingue il gioioso periodo dell’Avvento. Tornano gli addobbi, le luci e soprattutto le bancarelle che presto invaderanno le vie cittadine: in particolare, noi di LifeInRoad.com, vogliamo soffermarci su quest’ultimo punto, presentandovi in quattro pubblicazioni alcuni dei Mercatini di Natale più famosi ed imperdibili dell’intera penisola. Partiamo con il Trentino, da anni punto di ritrovo “natalizio” per migliaia di turisti.

TRENTINO 2016 – LE INFO SUI MERCATINI DI NATALE

Sommariamente tutti gli eventi saranno inaugurati dal 19/11 al 06/01 e resteranno aperti tutti i giorni dalle 10 alle 19.30 (salvo alcune chiusure eccezionali previste per le 20.30), mentre i mercatini resteranno chiusi il giorno di Natale. Il 26 dicembre e il 1 gennaio 2017, sarà invece aperto dalle 12 alle 19.30. Nel capoluogo è previsto il maggior afflusso di turisti con i numeri che nel 2015 hanno visto l’arrivo di 730 mila visitatori in 46 giorni di apertura (+5% rispetto al 2014), con un aumento di arrivi dall’estero.

La tradizione della regione nord-orientale ha origini teutoniche, avendo attinto ai vicini mercatini di Germania  (Christkindlmarkt) che da anni sono il fulcro delle festività di Natale del centro Europa. Nel mese di Dicembre è possibile visitare le principali località del Trentino abbellite dalle numerose bancarelle che ne cambiano completamente la fisionomia: tra curiosità culinarie, souvenir, Vin Brulè ed un’infinità di dolci che ingolosiranno turisti di tutte le età e provenienze, avrete la possibilità di trascorrere delle piacevoli camminate addentrandovi e scoprendo tutte le tradizioni e sorprese che questa terra può offrirvi. Oltre a questo ci sarà anche la possibilità di assistere a eventi, concerti e mostre che resteranno aperti per tutto il periodo della festività. Entriamo nel dettagli e vediamo cosa ci aspetta per questo 2016!

MERCATINI DI NATALE – TRENTO

L’allestimento nella città di Trento sarà quello ormai collaudato con la creazione in piazza Fiera di 68 casette, mentre in piazza Cesare Battisti le postazioni saranno 24, cosa che renderà, con 92 casette, il Mercatino di Trento il più grande della regione. Come sempre largo spazio ai prodotti tipici con i salumi (tra i quali spicca lo speck dell’Alto Adige) e le immancabili specialità di cioccolato o dolciarie (come strudel e lo zelten) tra i più gettonati e richiesti tra i curiosi: senza dimenticarsi delle autentiche perle trentine come possono essere le frittelle di salvia (o di mele) o il formaggio fritto, da accompagnare con il gusto dell’ottimo Vin Brulè distribuito in ogni angolo o con i vini della regione (come il Merlot, il Cabernet o il Riesling per citarne alcuni). Insomma un vero paradiso per le buone forchette e… per chi intende scoprire nuovi sapori. Infatti alcune tra le innovazioni per questo 2016 sono previste “tisane del buon umore”, fiori ed addirittura piatti”commestibili”: questi ultimi saranno ricavati da un impasto integrale e potranno tranquillamente sostituire il pane (senza costi aggiuntivi).

Oltre all’aspetto culinario, camminando per le vie cittadine, vi imbatterete in molte strutture di artigianato locale che quest’anno sosterranno l’impatto ambientale. E’ infatti il Mercatino Green una delle grandi novità previste per questa stagione: l’ente fiera si è infatti impegnato per migliorare la sostenibilità ambientale e per ridurre l’uso della plastica, il visitatore riceverà il proprio acquisto in shopper di carta frutta. Inoltre le 20 mila mappe distribuite agli ospiti saranno realizzate con carta da riciclo e su di esse verranno evidenziati gli “Eco Point”, dove smaltire i rifiuti.  Anche l’energia elettrica utilizzata sarà interamente prodotta da fonte rinnovabile.

MERCATINI DI NATALE – BOLZANO

Oltre al Mercatino di Trento, saranno diversi gli stand che il Trentino Alto Adige aprirà nelle varie provincie: a cominciare da quello di Bolzano che vanta una storia più che ventennale (il primo ci fu nel 1991). Il mercatino aprirà i battenti per la 26^ volta il 24 novembre alle ore 17 per poi chiudersi il 6 gennaio. La splendida Piazza Walther, con lo sfondo delle montagne del Sud Tirolo e del grande albero di Natale dove torna il presepe riprodotto con legno antico, sarà il fulcro dell’attività, dove la maggior parte degli 80 espositori saranno concentrati. Tra spettacoli musicali e mostre d’artigianato “live” – potrete ammirare sul campo i segreti del ricamo, della scultura in legno e delle decorazioni natalizie dei vari artigiani – vi immergerete nelle bellezze uniche che questa città sa regalare.

Largo spazio, come giusto che sia, anche ai bambini che potranno scegliere tra gli intrattenimenti pensati appositamente per loro: tra spettacoli di marionette, musica e giri sui pony (a pagamento) e giri in carrozza ogni giorno (a pagamento), i piccoli turisti avranno a disposizione anche tre espositori che gli garantiranno prodotti appositi ed un programma di animazione. Anche qui potrete sbizzarrirvi alla ricerca di piatti tipici aggirandovi tra le bancarelle e le casette allestite: per i più golosi vi consigliamo lo strudel di mele, lo Zelten con i canditi, la torta Sacher e gli immancabili biscotti natalizi. Inoltre, durante i fine settimana, potrete ascoltare musiche tradizionali con i suonatori di corno e bande musicali dalle ore 14.00 alle 18.00. Ogni sabato pomeriggio, invece, alle ore 17.00 dei gruppi di fiati suonano note natalizie dal balcone del Palazzo Mercantile.

MERCATINO DI NATALE – ROVERETO

Altra tappa molto “battuta” dai turisti è quella del “Natale dei Popoli” di Rovereto che vi consentirà di accedere ad un itinerario che attraversa il centro storico della città tra palazzi del Settecento, bastioni medievali, musei e piazze dal sapore contemporaneo. La città ospiterà artisti e artigiani provenienti da varie parti del mondo, tenendo fede ancora una volta ai valori di solidarietà e pace che la contraddistinguono: quest’anno l’ospite speciale sarà la Grecia che, per la sua tradizione di naviganti, verrà omaggiata con il simbolo della barca a vela. Questa “fratellanza” sarà rievocata ulteriormente dal grande albero in Piazza Rosmini : si tratta di un abete rosso, l’albero trentino per eccellenza, donato dalla Comunità di Luserna che raggiunge i diciotto metri e simboleggia un ponte tra la città e la montagna.

Nei weekend di Rovereto sarà anche possibile trasformarsi in artigiani, creando decorazioni e oggetti natalizi seguendo i temi delle varie settimane: si comincia con l’attesa di Santa Lucia, per passare al “nastrino dei desideri” per addobbare l’albero di Natale, una quasi letterina per Babbo Natale ed infine l’arrivo della Befana. Inoltre il 27 novembre si potrà avere l’opportunità di partecipare a Open Factory, ovvero il più grande opening di turismo manifatturiero e industriale del Paese. Si comincia dalle 15 sino alle 19 presso il Progetto Manifattura e Polo Meccatronica con visite guidate ed incontri con le imprese e le startup insediate, toccando i temi della mobilità elettrica. Non solo Natale dunque…

ALTRE CURIOSITA’ SUI MERCATINI DI NATALE IN TRENTINO

Particolarmente interessante anche il Mercatino di Merano che, oltre al classico tour tra gli stand ed una tappa alle adiacenti terme, potrebbe portarvi al Castel Trauttmansdorff ed i suoi incantevoli giardini.  Qui, vi si possono ammirare, in ogni periodo dell’anno, fiori e piante provenienti da ogni angolo del mondo. Suggestivo anche il borgo di Pergine Valsugana che per l’occasione si trasformerà in Perzenland: tra gnomi ed elfi verrà ripresa la tradizione secolare dei venditori ambulanti che dalla Val dei Mocheni, terra di miniere e leggende, scendevano in città per vendere i prodotti confezionati durante l’autunno. A Brunico potrete assaggiare il delizioso gusto dei biscotti al panpepato, del classico Zelten e del té bollente oppure gustare le specialità tirolesi come “tirtlan”, “niggilan” e patate ripiene al forno, mentre passeggiate attraverso i banchetti artisticamente decorati. Tra le mete ideali c’è anche Vipiteno, sovrastata dalla imponente Torre delle Dodici (alta 46 metri), risalente al 1470: qui l’atmosfera vi riporterà ad un Natale “medievale” mentre vi aggirerete tra i tesori artistici del borgo. Da non perdere il presepe, posto presso la Torre, che è composto da personaggi creati totalmente a mano.

Come avrete capito in Trentino (cliccate per maggiori informazioni) ce n’è davvero per tutti i gusti e per tutte le evenienze, passando per la città di presepi di Bressanone o anche (per restare in tema) per il più grande presepe del mondo scolpito a mano nel Mercatino di Santa Cristina in Val Gardena. Se siete amanti dello spirito natalizio non esitate e gettatevi in questa indimenticabile avventura: vedrete e sentirete il Natale come mai avete fatto finora…

 
 
 
Condividi: