Lisbona: guida al Quartiere di Baixa

0 Comment
Il Quartiere di Baixa a Lisbona
Condividi:

Se almeno una volta nella vita avete visitato Lisbona, sicuramente sarete transitati nel cuore della capitale lusitana: il Quartiere di Baixa. Completamente ricostruito dopo il devastante terremoto del 1755, il quartiere si presenta a pianta regolare con strade ad angolo retto (l’unico a Lisbona), collegato da strade diritte fiancheggiate da splendidi palazzi del XVIII secolo. Gremita di hotel, bar e ristoranti, risulta la zona cittadina che attira il maggior numero di turisti.

Il Quartiere di Baixa: ecco alcune informazioni utili

Considerato il centro di Lisbona, copre una superficie che va dal fiume Tagus su fino all’Avenida da Liberdade ed è situato tra le due colline di Alfama e Chiado. Facilmente raggiungibile grazie ai treni ed i tram, risulta essere il punto nevralgico del turismo lusitano. Da qui si può facilmente arrivare al Barrio, famoso soprattutto per la vita notturna. Lo stesso quartiere è caratterizzato da un’infinità di ristoranti e negozi che concilieranno le vostre passeggiate.

Tra le mete preferite dei turisti c’è lo splendido panorama che si può scorgere dalla cima dell’Arco da Rua Augusta, dal cui punto di osservazione saranno visibili la piazza, il castello e l’estuario del fiume. Inoltre l’imponente arco funge anche da collegamento tra la via Rua Augusta e la Praça do Comércio. Quest’ultima è la più grande delle piazze di Baixa, famosa soprattutto per essere stata il il luogo d’accesso alla città.


Il Quartiere di Baixa: attività e luoghi d’interesse

Costellata di edifici dell’epoca neoclassica, a Baixa potrete ammirare l’Elevador de Santa Justa, un’ascensore che vi porterà in cima ad una delle colline lusitane per ammirare le rovine della Chiesa di Carmo. Quest’ultima è una delle testimonianze più importanti di come il terremoto del 1755 abbia devastato Lisbona: i segni della catastrofe saranno facilmente riconoscibili, rendendo questo posto tanto bello quanto mistico e affascinante. All’interno della Chiesa vi sarà possibile fare un breve tour nel museo archeologico che ne ripercorre la storia.

Ulteriore tappa nella vostra camminata sarà la Piazza Dos Restauradores. Qui il mix di colori e stili convoglia viene geograficamente convogliato verso il centro, dove sorge un obelisco che celebra l’indipendenza dalla Spagna. Attorno alla piazza scorgerete anche l’inconfondibile rosa del Palazzo Foz (XIX secolo) oltre al Teatro Eden Art Déco e la famosa funicolare Gloria. Il nostro consiglio è di lasciarvi il “meglio” per ultimo, ovvero Piazza Dom Pedro IV (o comunemente ribattezzata Rossio). Qui la fiumana di turisti anima giorno e notte la vita cittadina, tra passeggiate o un semplice caffè per ammirare, tra le altre cose, le fontane barocche che completano la Piazza.


Il Quartiere di Baixa: la ginjinha

Non mancano (ovviamente) le specialità della casa. Tra tutte le caratteristiche pietanze che potrete gustare, noi ci sentiamo di consigliarvi un’autentica delizia. Presso Largo de Sao Domingos troverete un piccolo bar diventato meta di culto per la Ginjinha. Si tratta di un noto liquore a base di amarena che vi verrà servito (a seconda delle vostre preferenze) o con il frutto oppure “dry”.

Questa bevanda, nel corso degli anni, è diventata una vera e propria icona del quartiere di Baixa tanto da alimentare storie e credenze popolari. Se avrete la fortuna di sedervi ad un bar per sorseggiarla con uno degli “anziani” presenti, vi verrà presumibilmente raccontato che, secondo la tradizione locale, la Ginjinha veniva utilizzata addirittura come medicinale per curare gli stati febbrili dei bambini.

Se avete ancora dei dubbi, se volete raccontarci la vostra esperienza o semplicemente volete altri chiarimenti o eventuali domande ed altre informazioni non esitate a contattarci tramite la nostra pagina Facebook ufficiale!

Condividi: