Amsterdam: piatti tipici… a tutta birra!

0 Comment
Condividi:

Una delle tappe fondamentali di un viaggiatore è conoscere i piatti tipici delle località visitate. Tra gli obiettivi che ci poniamo qui a LifeInRoad.com, uno è sicuramente quello di illustrarvi le nostre personali esperienze in campo culinario: non vi forniremo una guida su cosa e dove mangiarla, bensì vi racconteremo ciò che vi aspetta se vorrete “avventurarvi” alla scoperta di nuovi sapori.

Personalmente non posso che partire da Amsterdam, una delle capitali più multietniche e liberali che il continente europeo ci possa offrire. E’ proprio questo turbinio di tradizioni a rendere così variegata e ricca la cultura culinaria del posto: nella città delle “Tre X” è infatti possibile reperire ristoranti per tutti i gusti e sapori, con le cosiddette “buone forchette” che avranno solo l’imbarazzo della scelta. Se vogliamo spostarci sulla tradizione olandese in sè, la musica è però destinata a cambiare: pochi e non molto sofisticati i piatti tipici ma che possono comunque riservare piacevoli sorprese. In particolare ce ne sono tre che mi hanno colpito più degli altri:

OSSENWORST

By Takeaway (Own work) [CC BY-SA 3.0], via Wikimedia Commons

By Takeaway (Own work) [CC BY-SA 3.0], via Wikimedia Commons

Originariamente preparata con carne di bue cruda accompagnata con alcune spezie (tra cui pepe e noce moscata), questa particolare salsiccia ha subìto diverse trasformazioni nell’arco del tempo rispetto alla ricetta tradizionale usata sin dal diciassettesimo secolo. Ad oggi la si può trovare solo con carne di manzo accompagnata con le immancabili patate e/o cipolle, vero must della cucina olandese, ma è impensabile entrare in un qualsiasi ristorante e non vedere dei clienti pronti ad addentarla. Non lasciatevi spaventare dall’aspetto “crudo” del piatto: non è sempre l’abito a fare il monaco.

ERWTENSOEP

Erwtesoep

Altra caratteristica della provincia settentrionale, ma in generale dell’intera Nazione, sono le zuppe. Varianti quasi infinite prevedono l’esclusiva presenza di legumi e delle immancabili patate: in particolare mi colpì questa con i piselli trattati e schiacciati accompagnati dal gusto più corposo della pancetta. Un toccasana per le freddi notte invernali da trascorrere ad Amsterdam.

KOGGETJES
Per i più golosi una vera leccornia sono questi biscotti al burro. Il nome deriva da koggen, le navi mercantili medievali che apparivano anche nel vecchio stemma della città. Questi biscotti si presentano ricoperti di zucchero e ricordano la forma delle navi sopracitate: ideali da accompagnare con le ‘hagels’ (scaglie di cioccolato) o con le mastodontiche fette di torta di mela arricchite con panna e cascate di cannella. Una bomba calorica che può creare forti dipendenze (ve lo garantisco!).

Ma Amsterdam non è solo cibo quanto…birra! Nella capitale è possibile impazzire tra le centinaia di “bionde” (occhio si parla di quelle alcoliche…) da ordinare negli svariati beershop sparsi nei vicoli cittadini. Una vera e propria tradizione datata 1863, ovvero quando Gerard Heineken aprì una birreria e la chiamò “De Hooiberg” fondando uno dei marchi più famosi al mondo: imperdibile il famoso “Heineken Experience” con presentazioni interattive e degustazioni in fabbrica per scoprire i segreti di quella che è considerata da tutti la “bevanda nazionale”. Per gli appassionati sarà anche possibile partecipare ad un corso accelerato per “spillatori” che vi garantirà il rilascio di un attestato ufficiale Heineken (che tutt’ora campeggia trionfalmente sul muro di camera mia…).

La varietà è però il pezzo forte di Amsterdam, capace di accontentare anche il più accanito birraiolo: da provare il birrificio Brouwerij ‘t IJ, situato in un ex bagno pubblico adiacente ad un caratteristico mulino a vento, che offre una selezione di birre bio casalinghe, mentre consiglio vivamente il Bierfabriek che oltre ad offrire due varietà di birra artigianale fatta in casa, consente la possibilità di accomodarsi intorno a tavoli automuniti di spillatori. Se invece preferite gustarvi le vostre birre in ambiente domestico ma non volete rinunciare ad un’ampia scelta, il posto che fa per voi è il Bierkoning: trattasi di un negozio per veri intenditori che oltre ad un’ampia scelta di birra, vi fornisce la possibilità di acquistare svariati boccali dalle molteplici forme (piacevoli anche come idee regalo).

Il viaggio ovviamente non finisce qui, ma vi do appuntamento ai prossimi giorni per scoprire nuovi segreti che Amsterdam rivela solo ai suoi visitatori… Tot Ziens!

Condividi: