Ponte 1° novembre – Tre idee last minute in Italia: Verona, Firenze e Napoli

0 Comment
Condividi:

In parallelo alle tre mete straniere che vi abbiamo indicato per un viaggio last minute per il ponte del 1° Novembre, non potevano mancare anche tre splendide location della nostra penisola italiana. Tra le molteplici destinazioni possibili per questo breve periodo, noi di LifeInRoad.com abbiamo selezionato Verona, Firenze e Napoli per trascorrere un piacevole e differente weekend lontani dalla stressante quotidianità lavorativa:

VERONA

verona-header900
È una delle città perfette per essere visitate con poco tempo a disposizione. Dichiarata patrimonio dell’UNESCO rispecchia alla perfezione tutte le epoche di sviluppo architettonico che la regione veneta ha attraversato: dai borghi fortificati in pieno stile medievale, passando dalle presenze romane sino ai caratteristici palazzi di periodo veneziano ed austriaco. Ideale per chi intende trascorrere un weekend italiano da “turista”, tra le svariate attrazioni noi abbiamo selezionato le tre che, secondo il nostro avviso, rappresentano maggiormente la città scaligera.

TRE MOTIVI PER CUI SCEGLIERLA

1) PIAZZA BRA

verona-piazzabra_300Una delle piazze più grandi d’Europa, rappresenta l’anticamera al centro storico della città. Qui ci si può tranquillamente fermare in uno dei bar presenti nella piazza ed ammirare i numerosi edifici storici che la contornano oltre all’imponente e famosissima Arena situata a nord. La sua denominazione deriva dalla parola tedesca “breit” (larga) ed indicava il largo spiazzale davanti alle porte della città.

 

2) CASA DI GIULIETTA

verona-giulietta_300Il balcone più famoso al mondo è sicuramente una delle attrazioni principali di Verona. Ogni giorno un fiume di turisti si riversa nel piccolo portone per scattare una foto ricordo o giurare amore eterno al proprio partner ispirandosi al drammatico romanzo scritto da Shakespeare. E pensare che lo stesso scrittore inglese che diede “vita” alla storia di Romeo e Giulietta non visitò mai Verona…

 

3) RISOTTO ALL’AMARONE

verona-risottoamarone_300Risotto all’amarone: questa deliziosa pietanza prettamente veneta è famosa per essere preparata con ingredienti di ottima qualità provenienti dalla zona di Verona. Insieme al riso di Vialone Nano, tostato con scalogno tritato e midollo di bue, c’è l’aggiunta dell’Amarone di Valpolicella che garantisce al piatto un sapore corposo e saporito.

 


 

FIRENZE

firenze-header900

La “culla del Rinascimento” è sicuramente uno dei siti culturali più famosi di tutto il mondo. Le strade del capoluogo toscano trasudano storia in ogni angolo ed un weekend potrebbe tranquillamente bastare per ammirare la ricchezza artistica che Firenze trasmette: anche in questo caso trovare dei luoghi di “rappresentanza” sarebbe estremamente riduttivo visto il fascino del Ponte Vecchio oppure la grandezza di Santa Maria Novella, di Piazza del Duomo o di Palazzo Pitti ma, senza sminuire niente e nessuno, ecco tre esperienze che qualsiasi turista non può evitare di fare a Firenze.

TRE MOTIVI PER CUI SCEGLIERLA

1) GALLERIA DEGLI UFFIZI

firenze-uffizi_300

Tra i più importanti Musei nostrani, nasce dal desiderio di Cosimo I de’ Medici di unire tutti gli uffici amministrativi in una sola sede, posta sotto il suo diretto controllo. I lavori per la costruzione della struttura furono affidati a Giorgio Vasari. Se decidete di visitare la struttura è consigliabile prenotare i biglietti online, onde evitare interminabili code di ingresso.

 

2) PALAZZO VECCHIO

firenze-palazzovecchio_300Originariamente era la residenza privata dei Medici mentre nell’ottocento ospitò il Parlamento Italiano. Oggi è divenuta la sede del comune di Firenze ma all’interno è possibile visitare anche un museo che racchiude molte delle opere dei maggiori artisti fiorentini.

 

3) BISTECCA ALLA FIORENTINA

firenze-bisteccafiorentina_300

In qualsiasi ristorante andiate troverete qualche cliente intento ad addentare una corpulenta fetta di carne dalla inconfondibile forma a T. Questa prelibatezza della cucina fiorentina (che pagherete all’etto, quindi non molto economica) , vi verrà fornita quasi esclusivamente al sangue ma una volta terminata la “battaglia” sarete sazi e soddisfatti!

 


NAPOLI

napoli-header900

Partiamo dal presupposto che difficilmente potrete visitare interamente la più grande città del Sud in un solo weekend. Napoli, o meglio Partenope, fu fondata dai greci quasi 3000 anni fa e da allora ha visto un’infinità di culture confluire sul proprio territorio: Romani, Normanni, Svevi, Angioini, Aragonesi, Spagnoli, Francesi e i Borbone che hanno impreziosito la città con monumenti ed opere d’arte inestimabili ma anche con vitalità e colore che tutt’oggi contraddistinguono il popolo partenopeo.

TRE MOTIVI PER CUI SCEGLIERLA

1) PIAZZA DEL PLEBISCITO

napoli-piazzaplebiscito_300

Uno dei simboli più famosi di Napoli, è luogo di passeggio per napoletani e turisti che si spostano per le più popolari vie cittadine. Ai lati della grande piazza si possono ammirare due pezzi di storia come la Chiesa di San Francesco di Paola ed il Palazzo Reale (con annesso il Teatro San Carlo). Spostandosi pochi metri più giù verso il lungomare è poi possibile arrivare nella zona del Castel dell’Ovo, il più antico presente a Napoli e luogo della leggenda dell’uovo nascosto da Virgilio.

 

2) CAPPELLA SAN SEVERO

napoli-cristovelato_300

Uno dei luoghi più affascinanti e misteriosi che il capoluogo campano possa offrire. All’interno della Cappella potrete ammirare il famoso Cristo Velato, scultura realizzata da Giuseppe Sanmartino. Sono molte le voci che circondano la natura mistica del velo che ricopre il corpo del Cristo: alcuni sostengono che sia stato tramutato in roccia grazie ad uno speciale fluido inventato dal Principe di San Severo, noto alchimista.

 

 

3) LA PIZZA

napoli-pizza_300

Se nel mondo è diventato il piatto italiano più diffuso (assieme alla pasta), il merito è tutto del popolo napoletano. Inventata nel 1989 dal cuoco Raffaele Esposito per Margherita, Regina d’Italia, nel corso degli anni tutti hanno provato ad imitare l’originale senza riuscire però a superarla: se non avete mai assaggiato tale creazione in terra partenopea, non potrete dire di aver mangiato pizza!

Condividi: