Guida ai Sassi di Matera: l’antica città scavata nella roccia

0 Comment
Sassi di Matera Guida
Condividi:

I sassi di Matera costituiscono una intera città scavata nella roccia calcarenitica (tufo) e rappresentano la parte antica della città di Matera, una delle città italiane che meglio cresce dal punto di vista turistico e che nel 2019 è stata insignita del prestigioso titolo di capitale europea della cultura.

Cosa sono i Sassi di Matera?

Nonostante Matera goda di un sensibile riconoscimento turistico, è ancora elevata la porzione di persone che non sa cosa sono i sassi di Matera. È bene precisare che non si tratta del nome dato ad un qualche imprecisato monumento della città fatto di pietra.

I Sassi rappresentano la parte antica della millenaria città di Matera. Lungo i pendii della Gravina, è stato sviluppato un articolato sistema abitativo. Una città interamente scavata nel tufo. Il nome Sassi non è però da attribuire a queste abitazioni. Con il nome “Sassi” si intende invece l’insieme l’insieme di due grandi quartieri, il rione Civita e il Piano, vero centro storico della città. Il rione Civita, sito nella parte alta della città, divide gli altri due rioni: il Sasso Caveoso e il Sasso Barisano. Da qui il nome Sassi!

Cosa sono i Sassi di Matera?

All’interno dei due Sassi, di cui parleremo in maniera un po’ più dettagliata, ci sono poi i vari quartieri e rioni. Tutti dai nomi singolari e che ben rappresentano la cultura della città di Matera: u lammòrd, u parav’s, u p’ndàf’c, u mòlv, u chianèdd, u casalnàv.


Il Sasso Barisano

Il Sasso Barisano è il cuore antico della città di Matera. È inoltre il più ricco di fregi che nascono il cuore sotterraneo della città. Nonostante ciò, il Sasso Barisano è stato quasi interamente ristrutturato, offrendo una serie di interessanti attrazioni turistiche tra le quali la ricostruzione dei Sassi in miniatura e il Museo della civiltà contadina. È inoltre nel Sasso Barisano che sorgono i principali ristoranti, hotel e bed and breakfast della città di Matera.

Guida ai Sassi di Matera


Il Sasso Caveoso

L’opera di ristrutturazione è invece ancora in corso nel Sasso Caveoso, dove tutto sembra esser rimasto com’era. Le case scavate nella pietra, costruite l’una sull’altra, rappresentano l’indiscussa meta preferita dai turisti ed elemento al limite del sacro per i cittadini di Matera.


La Cattedrale di Matera

Il nome completo della Cattedrale di Matera è “cattedrale della Madonna della Bruna e di Sant’Eustachio” e rappresenta oggi il principale luogo di culto cattolico di Matera. La cattedrale si trova nella Civita, il punto più alto e visibile della città nonché probabilmente il primo luogo della città ad essere abitato.

Costruita nel XII secoli in stile romanico-pugliese, la Cattedrale di Matera sorge sull’area dell’antico monastero benedettino di Sant’Eustachio (protettore della città). Nonostante il lungo lavoro di restauro – durato ben 13 anni – l’esterno della cattedrale è quasi immutato rispetto alla sua forma originaria. La facciata è caratterizzata da un grande rosone a sedici raggi, sormontato dall’arcangelo Michele e che simboleggerebbe la ruota della vita e della fortuna.

Condividi: